25/02/2014
L' ITALIAN BJJ OPEN 2014 ARRIVA A FIRENZE!
E' ufficiale, l'edizione 2014  dell'Italian BJJ Open si svolegerà nella bellissima Firenze il prossimo 21e 22 Giugno!
Dopo due edizioni di successo a Roma abbiamo deciso di cambiare location al nostro campionato Italiano, scegliendo una città italiana di grandissima rilevanza, ma ancora priva di un evento di jiu jitsu degno di nota.
Roma è  diventata oramai il reiferimento per il Roma Open e per il Campionato Europeo No Gi, ed è anche una città che impone costi e tempi di trasferta piuttosto elevati.
La scelta di Firenze è dunque stata strategica, ed a breve sul nuovo sito dell'evento saranno presenti i dettagli relativi a location, convenzioni alberghiere e quant'altro.
Segnate dunque  quest'importante data sul vostro calendario, sarà un evento storico in una bellissima città! 
Postato da Federico Tisi il 25/02/2014 in Comunicazioni - Commenti (1) - Scrivi commento
25/02/2014
TRIESTE JIU JITSU CHALLENGE - UNA PRIMA EDIZIONE DI QUALITà!
Grande kermesse di BJJ per la prima edizione del Trieste Jiu Jitsu Challenge al PalaRubini: 120 atleti, 3 aree di gara, tabelloni segnapunti elettronici, arbitri internazionali, area warm up dotata di tatami e bilancia professionale dedicata al controllo del peso pre-gara e soprattutto uno staff concentrato e veramente molto bravo hanno caratterizzato questo primo appuntamento in territorio giuliano. Lottatori da tutta Italia e dalla Slovenia hanno dato il loro contributo a questa competizione che fin dal primo appuntamento cerca di caratterizzarsi per qualità e cura dei dettagli.
La gara è stata praticamente priva di tempi morti, senza infortuni, e soprattutto di alto livello: 
Milanimal, Tribe, Burning Team Carlos Maia, Jiu JItsu Verona, Fratelli Leteri, Gustavo freire, Cyclone, Batatinha, Jiu Jitsu Factor, Accademia Kama, BJJ Bolzano, Gracie Elite, Caimani Team, Qvinta Brigada, Snake Ice, Minotaurus Team, Budo Clan, Nova Uniao, Heavy Tools e naturalmente i padroni di casa, il Bora Nera Team, erano i club presenti.
Da segnalare la presenza di questi team storici veramente molto forti, che competono solitamente ad alto livello, a sottolineare l'interesse mitteleuropeo che l'iniziativa ha suscitato. E un ringraziamento va ai ragazzi della Slovenija, forti ed entusiasti, che ha dato il tocco internazionale all'iniziativa.
Ormai il jiu jitsu brasiliano ha raggiunto livelli molto alti, e a questo appuntamento abbiamo potuto assistere a performance veramente degne di nota: veterani della materassina si sono alternati con giovani talenti, dando spettacolo e impressionando il pubblico, non numerosissimo ma caloroso.
Dietro le quinte si lavorava alacremente: grazie ad un ottimo lavoro di squadra è stato possibile realizzare una regia che mira a diventare degna dei campionati storici di alto livello, grazie soprattutto alla dedizione dell'intero Team Bora Nera, rappresentante dell'Arte Suave a Trieste: una squadra che più di un gruppo di sportivi è più simile a una famiglia, affiatati e orientati verso lo stesso obiettivo: lo sviluppo del BJJ di alta qualità.
Desideriamo ringraziare, infatti, tutti quei praticanti del team che hanno dedicato il loro sabato libero a supportare l'evento, dedicandosi ai segnapunti elettronici, al controllo degli atleti prima della gara, alla distribuzione delle magliette dell'evento e al supporto in generale dell'iniziativa. Va notato che tanti di questi membri del team erano ragazzi del settore giovanile...
Quindi il primo passo è stato fatto! Adesso, forti di questa prima esperienza, stiamo già mettendo a fuoco gli impegni necessari per la seconda edizione, che promettiamo sarà più corposa e di livello ancora più alto.
Si ringrazia per la presenza e per il sostegno i nostri supporter: 
la KORAL, top per l’abbigliamento del settore; l'AVIS, del quale si ringrazia la responsabile per Trieste, Valentina Laino, presente all'evento e che ha premiato diverse categorie e il COMUNE DI TRIESTE (Ufficio Sport), che ha coorganizzato l’evento, e l'UIJJ per il supporto logisitco e tecnico/organizzativo.
Un ringraziamento speciale agli arbitri ed a tutto lo staff!
Postato da Federico Tisi il 25/02/2014 in Report | 0 commenti| - Scrivi commento
25/02/2014
CORSO ARBITRI IBJJF ROMA 2014
Comunichiamo che il Corso di Regole ed Arbitraggio IBJJF 2014 si svolegerà a Roma GIovedì 3 Aprile 2013, in orario pomeridiano ed in luogo da definire. 
La Prtecipazione al corso è obbligatoria per tutti gli arbitri già formati, per queli che desiderano intraprendere l'attività arbitrale e per tutti coloro i quali desiderano vedersi certificato il grado di cintura nera da IBJJF/UIJJ.
Consigliamo la partecipazione al corso a tutti gli atleti ed i tecnici, in modo tale da avere una conoscenza approfondita del regolamento di gara.  
Postato da Federico Tisi il 25/02/2014 in Comunicazioni - Commenti (1) - Scrivi commento
25/02/2014
EUROPEO 2014 - IL CAMPIONATO EUROPEO DEI RECORD.
Il campionato europeo open 2014 potrebbe essere tranquillamente definito come il campionato europeo dei record. L'11ª edizione di questo importante evento di jiu jitsu competitivo è partito con la rottura della barriera dei 3000 iscritti, segnando un incremento del 30% rispetto all'anno precedente . Un numero ed un dato molto importante questo, a riprova di come la nostra disciplina stia crescendo come poche altre al mondo, non solo rispetto ad altre arti marziali ma anche rispetto ad altre discipline sportive lottatorie di maggiore tradizione agonistica. È stato un campionato importante per il vecchio continente anche perché per la prima volta il campione europeo assoluto non è più un atleta brasiliano, ma un atleta europeo, per la precisione danese, il campione Alexander Trans di Copenhagen. Sebbene la crisi ed i costi oggettivamente elevati di iscrizione e di trasferta non abbiano permesso a molti atleti nostrani di partecipare a questo evento, l'Italia è comunque stata presente con tutte le squadre più conosciute e titolate del nostro paese, ma anche con molte squadre minori recentemente nate ed affiliate alla UIJJ. Il livello tecnico degli atleti in gara come sempre provenienti da tutto il mondo è stato veramente notevole ed altissimo in tutte le categorie di cintura, di peso, e di età. Atleti italiani si sono fatti valere dalle cinture bianche alle cinture nere dalle categorie giovanili fino alle categoria master. Tra tutti e senza voler togliere nulla a chi si è guadagnato (spesso lottando contro molti avversari) una preziosa medaglia sul podio più prestigioso di Europa, vorrei sottolineare la performance di tre lottatori italiani. I primi due sono sicuramente Luca Anacoreta del team Aeterna Jiu Jitsu di Roma, e Simone Franceschini del team Cyclone di Roma. Entrambi hanno portato a casa un risultato storico per il nostro paese e cioè una medaglia di bronzo nella categoria regina, quelle delle cinture nere adulto. Sebbene la loro partecipazione in questa categoria fosse pressoché da esordienti entrambi hanno superato due lotte arrivando in semifinale per poi perdere con nomi molto importanti del jiu jitsu brasiliano competitivo aventi una grande esperienza di gara e numerosi titoli alle spalle, Claudio Calasans e Paolo Miyao. La loro performance non deve essere motivo di orgoglio solo per le loro squadre ma per tutta l'Italia del jiu jitsu, ed è una conferma di come sebbene tra 1000 difficoltà il nostro paese stia facendo un lavoro corretto nello sviluppo di un giudizio di alta qualità. Altri paesi europei che hanno importato il jiu jitsu molto prima rispetto a noi non hanno ancora raggiunto un traguardo di questo livello. Un altro lottatore che secondo me merita una nota di merito particolare è il milanese Paolo Amodeo di Milanimal. Paolo è infatti il primo atleta disabile ad aver conquistato un podio in uno dei tre principali eventi al mondo di jiu jitsu brasiliano. Superando ben tre lotte contro atleti russi giapponesi ed europei, Paolo si è fermato in semifinale portando a casa un bronzo storico. Non ricordo di aver mai sentito tanto clamore da parte del pubblico di un'arena colma di spettatori nel gioire e celebrare così tanto le vittorie di un lottatore. L'europeo 2015 sarà dunque un europeo ancora più grande se questo trend di crescita verrà rispettato, ed ancora più difficile se verrà rispettato anche il trend di aumento del livello tecnico degli atleti presenti. Sono sicuro che l'Italia si presenterà come sempre preparata, magari con meno risorse a disposizione, ma sicuramente con molto lavoro duro alle spalle, e come sempre sarà capace di portare a casa dei risultati importanti. Da parte nostra ci impegneremo a promuovere a sostenere chi in Italia desidera fare jiu jitsu di qualità, promuovendo anche competizioni che siano per qualità organizzaiva in grado di poter far abituare i nostri atleti ad eventi di questo livello. In attesa di rivedere tutti sui Tatami portoghesi nel gennaio 2015, auguro a tutti buon allenamento.
Postato da Federico Tisi il 25/02/2014 in Report | 0 commenti| - Scrivi commento
Pagine totali: 4 [1 2 3 4 ]
Comunicazioni
Report
 
Centro Studi Arti Marziali A.S.D.
Stabile Fight Team A.S.D.
Yin Yang A.S.D.
Live For Fight A.S.D
Centurion Firenze A.S.D.
Jiu Jitsu Club Verona A.S.D.
Associazione Aranha Italia A.S.D.
Fu Shindo Ryu A.S.D.
PowerHouse Sanremo A.S.D.
Gustavo Freire BJJ A.S.D.
vai all'elenco completo